Thursday, January 22, 2015

MOTO GUZZI "VETTA" 1200 Global Sport


MOTO GUZZI alla riscossa?
Una graditissima sorpresa potrebbe a brevissimo deliziare i da troppo tempo delusi fan del Marchio Italiano.
Dopo esser stata a lungo e segretamente studiata, una totalmente nuova ed estremamente attraente Maxi Enduro farà il suo debutto sulle strade del Mondo.
Si chiamerà VETTA ed andrà a sostituire la non troppo amata Stelvio nella gamma MOTO GUZZI.
Un mezzo calibratissimo per gli amanti di motociclette di questo genere.
Più leggera, più aggressiva e molto più votata all'off road rispetto al modello che andrà a sostituire ma anche rispetto a tutte le proposte della concorrenza.
Piccole rinunce sul piano dell'autonomia e della protezione, in favore di prestazioni globali più sportive ed appaganti, con performance degne di una motardona stradale, ma senza la rinuncia al fuoristrada di media difficoltà e all'attitudine ai grandi viaggi.
Un cocktail estremamente studiato che rende questa VETTA quasi unica nel panorama della categoria, rivolgendosi a chi vuole una moto versatile, anche per chi non deve attraversare il globo terracqueo un paio di volte al mese, ma ne abbia comunque potenzialmente le capacità, pur usandola magari solo per andarci in ufficio ogni giorno.
Oltretutto con un'estetica "leggera" e che attiri sguardi ammirati anche dai ....non Guzzisti!

Vedremo.....

OBIBOI.

1 comment:

Pino Graziano said...

Perché rinunciare sul piano dell'autonomia e della protezione, in favore di prestazioni globali più sportive ed appaganti, con performance degne di una motardona stradale? I motociclisti di oggi cercano una moto a 360°, capace di soddisfare le loro passioni mantenendo bassi i consumi, una protezione ottimale all'aria, un comfort nei viaggi e tanta, ma dico tanta, spinta ai bassi-medi regimi. Non servono 160CV per divertirsi, ne bastano 125 ma cazzuti!!!
E' una bella idea la "Vetta" ma manca di personalità, di passione, di cuore; somiglia ad una giapponese.
Manca di "puro" stile italiano. Non bisogna allontanarsi dallo stile della Stelvio, dico solo che bisogna aggiornarlo con elettronica di alto livello, di sospensioni attive, creare un marketing Ad Hoc. Avere una rete di officine autorizzate e competenti in tutta Italia...Dare sicurezza all'acquirente di almeno 4-5 anni di garanzia per far capire che il prodotto è solido.
Siamo italiani e siamo ancora in grado di far capire alle altre case che noi le moto le sappiamo sia disegnare che costruire!!! ;-)