Monday, June 22, 2009


APRILIA XRAMBLER 750 V2

Una nuova proposta da APRILIA.
Dati in non esaltanti numeri di vendita di Shiver e Dorsoduro, Aprilia cerca di rinvigorire il suo mercato con un'altra proposta dotata del V2 da 750cc.
La Xrambler è una motocicletta che tutte le Case ipotizzano, ma nessuna poi realizza per i più svariati motivi.
APRILIA ha la possibilità concreta per porre in vendita in tempi brevi un mezzo di questa tipologia.
Una moto moderna e classica allo stesso tempo, intelligente ,versatile e facile da gestire.
Senza pindarici voli su design "particolari" ( che speriamo abbiano capito, non pagano), una moto bella, equilibrata, ben dotata, che non passi di moda dopo sei mesi, ma anzi possa rimanere un "punto fermo" della gamma per un tempo ragionevole.
APRILIA può farlo e anche se la moto non avrà un prezzo "popolare" ,se la qualità sarà adeguata non ci saranno problemi.
Inoltre uscirebbe ben prima di DUCATI e si sa che chi è più svelto a proporre, lascia gli altri a inseguire.

OBIBOI.

5 comments:

valvo said...

Davvero molto bella! Complimenti! Con la colorazione rosso/argento sarebbe ancora piu' stupefacente :)

Andrea said...

Io se fossi Aprilia utilizzerei la Dorsoduro come base per fare concorrenza al BMW F800GS, che sta avendo un bel successo. Possibilmente cercando di essere concorrenziale sul prezzo !
Comunque complimenti per la Scrambler! Certo che se Ducati facesse una replica delle sue Scrambler...

Francè said...

Molto bella Oberdan!

sr56 said...

Credo che siano molto riuscite, in particoalr modo la versione Guzzi che si rifà alla grafica dello Stornello scrambler degli anni 60/70.
Non guasterebbe un'evoluzione ad una cilindrata di 800 cc. per attualizzarla, ed un'ulteriore versione con una maggiore protezione aerodinamica per un uso turistico ad ampio raggio, sulla falsariga delle V-Strom che tanto successo ancora riscuote.
Se nelle alte sfere della dirigenza Piaggio ci fosse qualcuno così sensibile alle esigenze di chi và in moto probabilmente riuscirebbe a far uscire fuori dal pantano della crisi dei marchi che tanto abbiamo amato.
Salve Oberdan, questo è il commento che ho pubblicato su MotoBlog.it.
Vorrei suggerti alcuni spunti da un elenco di proposte che la rivista Motociclismo mi pubblicò un paio d'anni fa, vedi se puoi tirarci fuori qualcosa d'interessante (di alcune hai già fatto, si vede che l'amore per le moto e l'attenzione porta alle stesse conclusioni).

Aprilia:
– Supersport 600cc bicil. a V della SXV (150 kg)
-Tuono 600 (vedi sopra) 140 kg.
-Tuono 400 (vedi sopra) 130 kg.
-Multiuso 600/700(vedi sopra)
-Caponord 850 autom. (180 kg)
-Scarabeo 850 autom.

Benelli:
– Multiuso 756.

BMW:
– F 800 Megamoto
- F 800 Xcountry
- F 800 RT

Ducati:
- Scrambler 1000/695 derivate dalla GT.
- Touring 1200 Bicil. 2 Valvole.

Gilera:
- DNA 400 autom.

Harley Davodson:
– XR 883

Honda:
- Varadero 400 monocil.
- Deauville 700 autom.
- Deauville 1200 (motore Varadero)
- FMX 1000
- NTV 700 (naked motore 700 2V)
- NTV 1200 (naked motore 1200 2V)
- Tamago 400 bicil.(moto-scooter)

Kawasaki:
– Versys 1000

Moto Guzzi:
– Stornello 400 (scrambler mono)
- Stornello 850 (Bicil. Autom.)

Piaggio:
- MP3 850 autom.ibrido Cabinato
- Vespa GT 500

MV Agusta:
– Brutale 500 ( Bicil. In linea)

Suzuki:
- Bandit 1250 Touring (carenata)

Triumph:
– Tiger 675
- Scrambler 675

Yamaha:
- Multiuso 1000 (TDM)
- T-Max 800
- XCity 400 (Motore Majesty)
- YBR 660 (mono)

Saluti e buon lavoro.

kappa said...

Capolavoro!
Bella, furba e facile da usare!

Ma cosa aspettano a produrla?